mercoledì 27 novembre 2013

VIN BRULE': COME PREPARARLO



Il Vin Brulè è un vino caldo e speziato, ideale per riscaldarsi nelle notti invernali ... molto usato nelle regioni del nord Italia, ma dato che ormai il freddo sembra arrivato un po' ovunque e a causa del surriscaldamento del pianeta sembra non risparmiare nessuna regione italiana, vogliamo raccontarvi come si prepara perchè potrebbe essere un alternativa da bere gradita a molti!!! ( Inoltre non tutti sanno che le spezie usate per aromatizzare questo vino hanno anche una funzione anti- influenza e anti- raffreddore, aprono i bronchi e fanno fluire meglio il sangue!!! .. un bicchierino potete offrirlo anche ad anziani e bambini ! ).







Ecco la ricetta:
  
  • un litro e mezzo di vino rosso,
  • 3 stecche di cannella,
  • 250 grammi di zucchero,
  • 10 chiodi di garofano,
  • 10 bacche di ginepro,
  • anice stellato,
  • semi di coriandolo
  • 2 arance biologiche non trattate, un limone,
  • una mela
  • un pizzico di noce moscata.
Preparazione:

Prendete una pentola abbastanza capiente e versate all'interno il vino rosso;
Intanto sbucciate e mondate la frutta : tagliate la scorsa del limone e dell'arancio, sbucciate la mela e privatela del torsolo e affettatela a rondelle molto sottili;
Ora prendete la pentola con il vino e aggiungete lo zucchero, tutte le spezie, le fettine di mela e la scorza di arancio e limone; mescolate bene il tutto con un cucchiaio di legno;
Potete mettere la pentola sul fuoco e mescolando continuamente dovrete portare il vino all'ebollizione, il bollore deve continuare per almeno 15-20 min;

Ora il Vin Brulè è pronto per essere gustato!!! ... Bevetelo ancora caldo ... cic cin!!!!


lunedì 25 novembre 2013

REGALATI UN TRATTAMENTO UNICO PER LA TUA PELLE!!!

 PER UN TRATTMENTO DI IDRATAZIONE PROFONDA :

Queste fiale sono un 
trattamento per il viso a base di un cocktail di acido ialuronico in tre forme. Le forme di ialuronato a gomitolo e a basso peso molecolare, penetrando all’interno della cute trattengono l’acqua, si dilatano e spingono il solco rugoso verso l’alto distendendo la pelle e aumentandone il turgore, mentre le forme lineari a maggior peso molecolare creano sulla pelle un “film” che garantisce una duratura ritenzione d’acqua in superficie.






PER UN NUTRIMENTO INTENSIVO:
 
Il trattamento in fiale Vita AGE EXcellence collagene costiuisce un formidabile pool antietà, arricchito con il biocomplesso di staminali da Gardenia Jasminoides e Resveratrolo è  la più completa strategia naturale per dare forza, sostegno e vitalità alla pelle! Il complesso di Vita AGE collagene concentrato fiale stimola la produzione di collagene ed agisce come effetto "booster", cioè di spinta su tre livelli del sistemi di ricambio del collagene:
- Stimolazione della sintesi di nuovo collagene;
- Riduzione della degradazione del collagene esistente;
-Riduzione dell'attività delle collagenasi enzimatiche che degradano il collagene naturale della pelle.

CON L'ACQUISTO DI UN TRATTAMENTO A SCELTA AVRAI IN

 REGALO UNA CREMA MANI PROTETTIVA E RIVITALIZZANTE

 BOTTEGA DI LUNGA VITA!!!

NOTA: OFFERTA VALIDA FINO AL 6 GENNAIO!!!



giovedì 21 novembre 2013

Rotolo di fesa di tacchino con sorpresa!!!

Ingredienti per 4 persone:
Kcal per porzione: 350Kcal
  • Fesa di Tacchino800gr in un’unica fetta
  • 1 carota grande
  • 2 uova
  • 1 cipolla media
  • 2 bicchieri di vino bianco
  • 2 mestoli di brodo vegetale 
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.

Mettere le uova intere in un pentolino d'acqua e cuocerle per farle sode.
Nel frattempo, lavare e pelare la carota.
Una volta cotte le uova privarle del guscio. Stendere la fetta di carne di tacchino sul tagliere, posizionare la carota su un lato della carne, lasciare poco spazio dal bordo, e mettere poi vicino alla carota le uova sode e arrotolare la carne ben stretta, poi chiuderla con uno spago da cucina!
Mondare la cipolla e tagliarla a julienne, fare un leggero soffritto con 2 cucchiai di olio extra-vergine di oliva.
Aggiungere la carne e sigillarla su tutti i lati, aggiungere il vino bianco e sfumare, per formare un sughetto, cuocere coperto per 2 ore (aggiungere un paio di mestoli di brodo vegetale per ultimare la cottura).
Conservare il sughetto che si è formato.
Far raffreddare il rotolo, tagliare a fettine sottili e servire con il sughetto di cottura


martedì 19 novembre 2013

Vieni a scoprire che vasta selezione di tè, infusi e tisane abbiamo scelto per voi!!!


Aspersina Idrata, ristruttura, leviga, rigenera e rinnova

RISTRUTTURA.

E' una crema anti-età  rigenerante, compattante, con effetto tensore e botox-like. Attenua visibilmente le rughe e dona compattezza della pelle e del profilo del viso.

NO PARABENI-NO PEG-NO ALLERGENI-NON TESTATO SUGLI ANIMALI



L'Aspersina Ristruttura è una crema anti-età rigenerante e compattante che garantisce un apporto durevole di sostanze naturali in grado di agire sui diversi strati della pelle per ridonare compattezza, turgore elasticità e ridurre visibilmente le rughe, inoltre definisce i contorni del viso.
Il suo utilizzo quotidiano permette di ritrovare in poco tempo una pelle distesa, giovane, idratata, fresca e luminosa.

L'Aspersina ristruttura contiene:

Bava di lumaca: grazie alla sua eccezionale composizione aiuta a ridurre ed attenuare le cicatrici, i segni dell'acne, le smagliature, le bruciature, le macchie, le rughe e i segni d'espressione, rigenerando i tessuti danneggiati.
Esplica un'azione di pulizia dei pori con conseguente ritorno al colorito naturale.
Vitamina E: studi scientifici confermano l'attività idratante e antinfiammatoria, oltre alla capacità di venire assorbita velocemente dall'epidermide fino ad arrivare al derma.
Ceratonia siliqua: dona un naturale potere lubrificante  e vellutante all'epidermide ed un'evidente sensazione di levigatezza e morbidezza.
Chondrus crispus: è un'alga rossa da cui si estrae un complesso ricchissimo di zuccheri e sali minerali, che forma un film protettivo sulla pelle.
Syn coll: è un tripeptide dalle dimensioni piccolissime in grado di indurre la sintesi del collagene. 
Syn hycan: è un tripeptide dalle dimensioni piccolissime che promuove la biosintesi di ac. ialuronico e aumenta la produzione di decorine e lumicani con effetto rassodante, tensore e tonificante sulla pelle. Rimodella il contorno del viso.
Syn tacks: è una combinazione specifica e brevettata di due peptidi altamente attivi. Syn tacks aumenta la coesione cellulare con il risultato di un aspetto della pelle visibilmente migliorato, con meno rughe e pelle più ringiovanita.
Syn ake: è un tripeptide com PM bassissimo che penetra in modo ottimale nella cute.

ASPERSINA RISTRUTTURA:

è utile per:

  • Ridurre la rugosità del viso;
  • Ridurre le zampe di gallina;
  • Aumentare la compattezza e tonicità del volto;
  • Ridefinire i contorni del viso;
  • Migliorare i segni sulla pelle;
  • Pelli atoniche e stanche.

lunedì 18 novembre 2013

La nuova cosmetica naturale a base di BAVA DI LUMACA. Idrata.

IDRATA


E' una crema di idratazione profonda, dona elasticità, tono e turgore.Attenua e riduce i segni sulla pelle, rimuove le cellule morte e rinnova la pelle, la nutre e l'ammorbidisce.
NO PARABENI-NO PEG-NO ALLERGENI-NON TESTANO SUGLI ANIMALI




L'Aspersina idrata è una crema di idratazione profonda che garantisce un apporto durevole di sostanze idratanti su tutti gli strati dell'epidermide durante tutta la giornata.
Rigenera costantemente la pelle e aiuta a restaurare la giusta barriera cutanea.
Idrata ed energizza le pelle per 24h che appare più fresca e luminosa:

  • I segni della stanchezza si attenuano;
  • La pelle non appare più stanca e risulta energizzata;
  • La carnagione risulta fresca e la pelle più morbida;
  • I segni sulla pelle si attenuano.

L'Aspersina idrata contiene
:

  • Bava di lumaca (Helix aspersa): grazie alla sua eccezionale composizione la bava di lumaca aiuta a ridurre e attenuare le cicatrici, i segni dell'acne, le smagliature, le bruciature e le macchie. Esplica un'azione di pulizia dei pori con conseguente ritorno ad un colorito naturale e più fresco.
  • Olio di jojoba (Simmondias chinensis): ricco di tocoferoli, antiossidanti naturali, il suo utilizzo è consigliato in tutti i casi di invecchiamento della pelle, soprattutto in caso di pelli secche, le più soggette a rughe.
  • Vitamina E: studi scientifici confermano l'attività idratante ed antiinfiammatoria oltre alla capacità di venire assorbita velocemente dall'epidermide fino ad arrivare al derma;
  • Gamma orizanolo: contrasta efficacemente il danno generato dai radicali liberi sui fosfolipidi delle membrane cellulari, proteggendo la pelle dallo stress ossidativo e dal foto-invecchiamento;
  • Miele: ha un'azione benefica sulla pelle, dovuta principalmente alle sue attività emollienti, eutrofiche ed antimicrobiche;
  • Proteine del grano idrolizzate: svolgono un'intensa azione idratante, nutriente ed elasticizzante;
  • Ceratonia siliqua (phytaluronate) ha un alto potere lubrificante e vellutante all'epidermide  e un'evidente sensazione di levigatezza e morbidezza;
  • Vitamina C: favorisce la naturale produzione di collagene, migliora il tono della pelle, supporta le naturali difese dell'epidermide;
  • Allantoina: diversi studi scientifici dimostrano le sue capacità di promuovere una rapida proliferazione delle cellule. E' un forte idratante e favorisce l'assorbimento dei principi attivi in soluzione (ammorbidendo lo strato corneo);
  • Chondrus crispus: è un'alga rossa da cui si estrae un complesso ricchissimo di zuccheri e sali minerali, che forma un film protettivo sulla pelle.

L' Aspersina idrata è utile per:

             
  • Pelli disidratate, aride, screpolate e secche;
  • Pelli atoniche e stanche;
  • Migliorare lo stato di idratazione giornaliera;
  • Mantenere la pelle tonica ed elastica;
  • Migliorare i segni sulla pelle;
  • Rinnovare la pelle e migliorare l'elasticità.

venerdì 15 novembre 2013

L'ALOE VERA:

La pianta:

L'Aloe è una pianta originaria delle zone calde e asciutte dell'Africa del Sud, delle vaste regioni tropicali, e dell'America del Sud.

La più nota, studiata ed efficace delle 250 varietà di Aloe è l'Aloe Vera (Barbadensis Miller).
Questa pianta giunge a maturazione dopo circa 5 anni, ossia quando il gel, contenuto nelle sue foglie, è al massimo del suo potenziale.
L'Aloe riesce a ricicatrizzare immediatamente evitando così la dispersione del suo gel.
Questa sua capacità di auto-curarsi probabilmente ha portato le antiche civiltà ad impiegarla come pianta dalle innumerevoli proprietà!!

Cosa contiene?
Il succo di Aloe Vera è una complessa miscela di oltre 200 molecole attive. Visto la sua ampia gamma e grande quantità di sostanze funzionali contenute, l'Aloe Vera ha la capacità di svolgere altrettante numerose funzioni utili per il benessere e la salute umana.
I suoi principali componenti sono
Amminoacidi: necessari all'organismo;
Polisaccaridi: protettivi per la mucosa gastrica;
Enzimi digestivi e proteolitici;
Vitamine: E, C, A, D, B1, B2, B5, B6, B9, B12, Acido Folico;
Minerali: Ferro, Manganese, Magnesio, Rame, Boro, Zolfo, Calcio, Potassio, Zinco, Selenio, Fosforo e Cromo;
Principi lenitivi naturali.

Le proprietà dell'Aloe Vera:
La sua composizione, molto ricca di principi naturali, ha indotto a innumerevoli studi sulle sue azioni benefiche.

Sono stati dimostrati effetti correlati alla presenza di principi antibatterici e lenitivi naturalmente contenuti nella pianta.

L'alta concentrazione di polisaccaridi favorisce la produzione di collagene, accelerando così i processi di cicatrizzazione delle ferite (alla base dell'"auto-curarsi).
L'elevato contenuto di Triptofano, Acido Salicilico, e Fenilanalina fanno in modo di ridurre la sintesi di prostoglandine che ha un'azione infiammatoria.
La presenza di Acemannano (un polisaccaride) con effetto anti-acido, insieme ad altri componenti dell'Aloe Vera, gli conferisce effetti protettivi della mucosa.
L'Aloe Vera favorisce le difese immunitarie al nostro organismo, rendendolo più resistenteagli attacchi degli agenti esterni.

Quale Aloe Vera scegliere?


La qualità dei succhi di Aloe Vera presenti sul mercato va misurata sul contenuto di principi vegetali presenti e dichiarati nel prodotto.

La qualità e la purezza del succo di Aloe Vera sono determinati da vari fattori: processo di lavorazione , specificatamente metodo di estrazione, che per essere considerato ottimale deve essere da foglia intera, con eliminazione di aloina (che ha azione lassativa).
Il metodo di estrazione del gel da cui si ottiene il succo di Aloe Vera, utilizza tutta la foglia, per ottenere una maggiore concentrazione di sostanze funzionali, evita ogni alterazione e rende disponibile la maggiore efficacia naturale.

L'Aloe Vera NATURANDO:
proviene da coltivazioni in Venezuela, in un ambiente incontaminato lontano dai centri abitati. E' coltivata senza uso di pesticidi e insetticidi.
Le foglie, di almeno 5 anni, vengono raccolte ed immediatamente spremute per garantire il mantenimento di tutte le sostanze funzionali.
Dopo averle raccolte, controllate e ovviamente lavate si asportano le spine e la punta e si passa all'estrazione del gel per mezzo della semplice spremitura dell'intera foglia. Con il carbone attivo si elimina l'aloina.
Il processo avviene a freddo.

La titolazione.


La lavorazione e l'estrazione sono effettuate secondo i più alti standard di qualità per ottenere puro succo di Aloe Vera in due versioni: ALOE VERA GOLD E SILVER entrambi che superano gli standard di purezza e qualità fissati.
Naturando dichiara la titolazione mg/l dei suoi due prodotti.
Per testare la reale qualità di questi prodotti un ulteriore controllo viene effettuato in Italia.





Aloe Vera Silver.
Contenuto garantito mediamente non inferiore a 8500 mg/litro di
ALOE POLISACCARIDI
Puro succo estratto senza processo di concentrazione, garantisce dunque un contenuto elevato di Aloe polisaccaridi.
E' indicato per periodi di lunga assunzione:
  • per il mantenimento dello stato di benessere generale dell'organismo;
  • come valido integratore nella dieta quotidiana;
  • per un'azione depurativa.



Aloe Vera Gold.

Contenuto garantito mediamente non inferiore a 17000 mg/l di

ALOE POLISACCARIDI
La sua altissima concentrazione in Aloe Polisaccaridi, ottenuta attraverso un naturale processo di concentrazione, rende Aloe Vera Gold indicato particolarmente nei periodi di maggiore necessità:
  • per favorire le naturali difese organiche;
  • per l'azione protettiva della mucosa gastrica;
  • per l'azione disintossicante.

mercoledì 13 novembre 2013

I MUFFIN DI VALE !

 I MUFFIN DI VALE !

Un Sabato pomeriggio Io e la Fede eravamo prese dalle nostre attività quotidiane qui in  negozio, erano  le cinque passate ed in effetti un piccolo languorino si stava facendo sentire ... sempre attente alla linea Fede ed Io stavamo valutando cosa mangiare .. " Che dici Eli? .. se facciamo mezza barretta per uno?" .. " Ma.. Fede.. sempre stè barrette .. vorrei qualcosa di diverso.."
Ad un certo punto si apre la porta del negozio e come se fosse stata  chiamata via etere .. compare Valentina accompagnata da Livia ... aveva in mano un vassoio con ben 5 muffin dentro!!!! 



Li aveva preparati appositamente per noi ... creando una ricetta senza burro e senza latte !! Inoltre li aveva ricoperti con una crema leggera a base di ricotta che li faceva sembrare tanti piccoli cup cake!!! 
Il nostro pomeriggio si era illuminato!!! 
Vogliamo proporvi quindi la ricetta dei "Muffin di Vale" ringraziando Valentina che ci ha permesso di arricchire il nostro blog con questa golosa e leggerissima ricetta!!!

Ingredienti:

150 gr farina
100 gr zucchero
100 gr olio semi
100 gr acqua
2 uova intere
Mezza bustina lievito
Aroma limone
1pizzico di sale
A piacere gocce cioccolato amaro e/o cacao amaro

Preparazione:

-Sbattere le uova con lo zucchero fino a formare una crema;
-Aggiungere l'olio di semi e la farina a pioggia;
- Aggiungere l'acqua quanto basta a formare un composto omogeneo;
- Aggiungere l'aroma di limone ( meglio se naturale, come 2 gocce di olio essenziale di limone!);
- Aggiungere il cacao amaro o le gocce di cioccolato;
- un pizzico di sale e la mezza bustina di lievito;
infornare a 180 °C per 30 min circa.

GRAZIE VALE !! SONO BUONISSIMI!! 




martedì 12 novembre 2013

Una nuova tendenza: il CAFFE' VERDE.

Riduce l'assorbimento degli zuccheri e accelera il metabolismo.
Il caffè verde non è altro che il frutto non tostato del caffè, negli ultimi tempi il suo utilizzo ha avuto un notevole incremento per la divulgazione di informazioni sulle sue proprietà organolettiche.
Le sostanze bioattive contenute nel caffè crudo (senza tostatura- caffè verde) sono le stesse che si trovano nella tazzina di caffè che siamo abituati a consumare, quindi la caffeina, le proteine, i lipidi, i sali minerali e le vitamine.
La differenza è che nel caffè verde la caffeina è unita all'acido clorogenico, un polifenolo dalle ampie proprietà antiossidanti (si trova anche nelle mele, nel carciofo e in altri vegetali).
Questi particolari composti, con il calore della tostatura dei chicchi di caffè, si disperdono notevolmente (infatti, nel caffè verde 6,5-10%, mentre nel caffè tostato si riducono a 2,7-3,1%).
E' stato evidenziato da recenti studi che i polifenoli, inoltre, riescono a ridurre l'assorbimento degli zuccheri nel sistema digerente e di accelerare il metabolismo dei grassi, perciò il caffè verde ha un potere coadiuvante nelle diete dimagranti.


DECOTTO DI BACCHE DI GOJI AROMATIZZATO AL TE' BANCHA

DECOTTO DI BACCHE DI GOJI AROMATIZZATO AL TE' BANCHA

Con le Bacche di Goji si possono preparare gradevoli decotti mangia e bevi, dall'aroma fruttato e dal sapore agrodolce! 
Questo decotto unisce il gusto dolce e fruttato delle Bacche di Goji alle proprietà antiossidanti e diuretiche del tè Bancha che ha anche un basso contenuto in teina e può essere utilizzato quindi anche dai bambini e da chi non può assumere sostanze eccitanti!




Ecco come prepararlo:


-Portare ad ebollizione 200 ml di acqua in un bollitore;

-Aggiungere un cucchiaino di bacche di Goji e lasciarle bollire per 7-8 min;

-Spegnere la fiamma e lasciare riposare per 5 min;

-Versare un cucchiaino di tè Bancha nel decotto e lasciare in infusione per 2-3 min;

-Preparare una tazza filtrando il tutto con un colino (se preferite potete togliere le bacche di Goji prima di aggiungere il tè e mangiarle a parte! Sono buonissime!);

Non c'è bisogno di dolcificare.

LA DIETA PROTEICA: per un dimagrimento esteticamente molto soddisfacente e che la lascia inalterata la massa muscolare!

Un'idonea alimentazione è un rimedio naturale semplice ed efficace per riuscire ad accelerare il metabolismo. 
Accelerare il metabolismo serve proprio a perdere peso. Infatti, un'idonea alimentazione, unita ad una corretta attività fisica, ci permette di bruciare i grassi e quindi di mettere in moto il metabolismo.
Dieta iperproteica
Per brevi periodi, al fine di accelerare il metabolismo, bruciare i grassi e dimagrire abbastanza velocemente si può ricorrere ad un'alimentazione proteica, che, inoltre, mantiene costanti i valori di insulina e per questo si avverte meno il senso di fame!!!
Con una dieta iperproteica si ha una maggiore produzione di ormoni anabolici come per esempio il TESTOSTERONE (che favorisce l'aumento della massa muscolare) o l'ormone GH, o ormone della crescita (ormone anabolico e lipolitico che stimola la sintesi di ossa e cartilagini, aumenta l'ossidazione di acidi grassi e riduce la scissione di glucosio e di amminoacidi).
Gli atleti, proprio per questi motivi, sono i maggiori sostenitori delle diete proteiche.
Un regime alimentare iperproteico riduce il grasso corporeo, favorisce l'aumento della massa muscolare e di conseguenza accelera il metabolismo.
Per tutelare la salute è importante non dimenticare che una dieta iperproteica, anche se molto efficace, non va protratta per lunghi periodi 

Si sente spesso associare al termine DIETA PROTEICA la parola CHETOSI o ACIDOSI, questi termini indicano lo stato di un organismo in assenza di zuccheri nel sangue, l'organismo in down di energia tende a produrre una quantità maggiore di corpi chetonici in grado di trasformare i grassi in energia, infatti l'organismo in assenza di zuccheri andrà ad utilizzare i grassi a scopi energetici!

Questi programmi alimentari hanno lo scopo di far diminuire il grasso corporeo sempre tenendo conto che non possono essere protratte per lunghi periodi non sono così dannose come si dice, non sono indicate a chi ha insufficienze renali e epatiche.

Risulta evidente che se per soddisfare la necessità energetica utilizzo il tessuto adiposo (chetogenesi) anziché il tessuto muscolare (neoglucogenesi), il peso perso sarà riconducibile alla massa grassa, mentre la massa muscolare rimarrà pressoché inalterata. Si tratta quindi di un dimagrimento esteticamente molto soddisfacente.
Finita la dieta chetogenica , dobbiamo imparare a mangiare in modo equilibrato. Via libera all’alimentazione mediterranea, ma che sia quella vera! Per esempio, va benissimo la pasta, ma meglio se integrale, perché mangiare integrale abbassa l’indice glicemico.

giovedì 7 novembre 2013

RICETTA PER LA APPLE PIE... CON UN OCCHIO ALLA LINEA!!!

 RICETTA  PER  LA APPLE PIE... CON UN OCCHIO ALLA LINEA!!!

Queste giornate fresche di Novembre  ci fanno venire voglia di preparare qualcosa di buono e goloso per noi e la nostra famiglia ... rispettando i ritmi dei prodotti di stagione abbiamo pensato alle mele come frutto ideale per creare un delizioso dolce che farà felici grandi e piccini:  la classica, intramontabile.... Apple pie!!!!  




Questa gustosa torta di mele ha anche un basso contenuto di zuccheri e grassi!!! ... Quindi non temete... incallite perfezioniste della linea, una fettina a colazione o a merenda potete concedervela anche voi!!! 
Ecco la ricetta:

Per 10 porzioni di Apple Pie  ognuna da 160 kcal! 

Per la pasta frolla:

280 gr di farina di frumento (se possibile BIO)
2 uova
un pizzico di sale
 dolcificante a scelta q.b. ( stevia, sucralosio ecc.)

Il ripieno:

600 gr di mele (se possibile BIO)
1 limone
1 cucchiaio di cannella in polvere
1 cucchiaio di zenzero in polvere
mezzo cucchiaino di noce moscata
1 cucchiaino di bacche di goji o uvetta se preferite ( facoltativo)
dolcificante a scelta q.b.

Preparazione:

- Lavare, sbucciare e tagliare a cubetti la frutta; metterla in un recipiente con il succo di limone e tutte le spezie e lasciare macerare il preparato;

- Nel frattempo prepara la pasta frolla: fai una fontanella con la farina, aggiungi le uova, il sale e il dolcificante e mescola tutto formando una pasta morbida ( non è necessario far riposare la pasta frolla in frigo perchè è senza burro e diventerebbe troppo secca!)

- Metti l'impasto tra due fogli di carta da forno e stendila con un mattarello;
- Dividi la pasta in due parti per formare la copertura;

- Bagna un disco di carta da forno e fodera uno stampo per torte;

- Inserisci nello stampo un disco di pasta frolla e  a formare una base e bucalo con una forchetta;

-  Versa il preparato di mele che avrai scolato del succo sulla base e coprilo con l'altro disco di pasta frolla che avevi preparato;

- Unisci i bordi della torta con una forchetta e bucherella la pasta per far uscire l'eventuale vapore;

- Inforna a 180 °C per circa 20 min fino a che la pasta frolla non diventa dorata;

Buon Appetito!!! <3




Come risolvere i disturbi di gonfiore addominale e pesantezza!!

Quasi il 10% degli italiani soffre di "pancia gonfia”. Nonostante sia un disturbo molto fastidioso, in Italia è ancora sottovalutato.
Interessa maggiormente le donne, in particolar modo dopo aver mangiato, in periodi di stress intenso e qualche giorno prima del ciclo. Viene percepita una costante sensazione di pienezza che può derivare, nella maggior parte dei casi, da un accumulo di liquidi o aria nell’ intestino, più raramente da grasso addominale.
Per quanto riguarda gli uomini, invece, la causa della pancia gonfia è quasi sempre un eccesso di adipe che si concentra soprattutto nella zona del ventre, con conseguente fastidioso gonfiore.

SINTOMI
Chi ha problemi di gonfiori addominali si sente sempre appesantito e la cosa grave che questi disturbi con il tempo tendono ad aumentare.
Il senso di gonfiore addominale si accentua dopo aver mangiato ciò è dovuto al gas prodotto in eccesso dal processo di digestione di alcuni cibi (come i legumi o la frutta consumata a fine pasto).

CAUSE
Le origini del disturbo sono il transito intestinale lento (stitichezza), il sovrappeso e le intolleranze alimentari.
In tutti questi casi il problema è legato prevalentemente a uno stile alimentare non corretto (pietanze particolarmente elaborate e salate, fast-food, bevande gassate o un eccesso di pasta, riso o patate, poca acqua ecc.). Anche le fluttuazioni ormonali derivanti dal ciclo mestruale, lo stress prolungato nel tempo e alcuni farmaci, come antidepressivi, antinfiammatori e antibiotici, possono gonfiare l’addome.
Infine, dietro la pancia gonfia potrebbero nascondersi altre patologie comuni come la colite, la gastrite e il colon irritabile, ma anche intolleranze al lattosio e celiachia.
Ecco perché, in ogni caso, il consiglio è di fare una visita dal gastroenterologo!

Cibi si:
Verdure preferibilmente cotte; frutta lontano dai pasti; cereali e derivati (pane, pasta ecc.) semi-integrali o raffinati; pesce, carni bianche, uova; legumi con moderazione; yogurt e tè verde.
Cibi no:
Latte, formaggi e cibi molto grassi in genere; fibre in eccesso (troppi cibi integrali e verdure crude); alcolici, caffè e bibite gassate.
Un suggerimento per chi ha spesso tensioni addominali, gonfiori e senso di pesantezza:
Provare ad usare in modo regolare SUPERDREN DEPURA (al gusto mela o papaia): Tale bevanda è ricca di principi attivi naturali drenanti e depurativi , molto pratico ed efficace, può essere diluito in acqua e sorseggiato durante la giornata per favorire la diuresi, le funzioni del fegato e dei reni.
In abbinamento si consiglia l'assunzione di SUPERDREN SGONFIA utile compendio a base di Angelica, Zenzero, Anice e Finocchio per contrastare la formazione dei gas intestinali, togliere tensione addominale e sentirsi meglio e più leggeri.


mercoledì 6 novembre 2013

LE BACCHE DI Açaì : UN' ESPLOSIONE DI ANTIOSSIDANTI DAL CUORE DELL'AMAZZONIA!

LE BACCHE DI Açaì : UN' ESPLOSIONE DI ANTIOSSIDANTI DAL CUORE DELL'AMAZZONIA! 

Le Bacche di Açaì sono il frutto di una palma (Euterpe oleracea) che cresce a nord del brasile e che è conosciuta dalle popolazioni Indios come " iça-çai", che significa "frutto che piange", per centinaia di anni le popolazioni indios del Rio delle Amazzoni hanno utilizzato questo frutto nella loro alimentazione. 
Da alimento consumato solo da alcune popolazioni Indios oggi le bacche di Açaì  sono largamente consumate dai Cariocas (abitanti nativi di Rio) come fonte naturale di energia quotidiana!
Vengono infatti usate abitualmente da sportivi dilettanti e professionisti negli sport dove i brasiliani primeggiano: Capoeira, Surf, Beach Volley, Calcio.
Ecco i loro benefici:
- Contengono un livello di proteine maggiore di quello delle uova e questo le rende un alimento ideale in una dieta bilanciata. Una porzione di bacche di Açai è un modo efficace per ottenere un alto apporto di proteine, utile a chi pratica molto sport.
- Contengono un alto contenuto di antiossidanti, in particolare il contenuto di Antociani  è di trenta volte superiore a quello trovato nell'uva rossa, sono utili quindi per prevenire il colesterolo e le cardiopatie in genere.
Inoltre il contenuto di Vit B1, B2, B3, Vit C, fosforo, Calcio e Potassio rendono le bacche di Açai un alimento fondamentale per rallentare il processo di invecchiamento cellulare!!!

Testimonial del mese!!

TESTIMONIAL DEL MESE:
                                                                                               
                   Patrizia
       HA PERSO 3 TAGLIE!!!
Altezza 162 cm

Peso Iniziale: 65,4 Kg
Taglia Iniziale: 46
                                                    Peso Finale: 55 Kg
Taglia Finale: 40




 Durata del percorso:  1 mese e mezzo (persi 7 Kg)
                                                            Durata del mantenimento:  3 mesi (persi altri 3 kg)

 Come sei venuta a conoscenza di  “Vivi Così - natura e benessere”?
       Conoscevo già le titolari del negozio. Era da tempo che non mi piacevo più! Il mio problema principale era che  mi sentivo appesantita ed ero arrivata ad evitare gli specchi. Da sola, malgrado gli sforzi, non riuscivo ad ottenere dei risultati, cercavo un input per ritrovare un equilibrio con me stessa e anche evitare problemi di salute.
Le titolari di “Vivi Così – natura e benessere”  sono riuscite a capire le mie esigenze indirizzandomi verso un percorso adatto a me.

Che percorso ti è stato suggerito?
 Mi è stato suggerito il metodo DIETA ZERO, grazie al quale sono riuscita a perdere peso velocemente, in genere mi annoio facilmente e non riesco mai a portare a termine nessuna dieta, appena sento la “fame” mi arrendo, il mio problema era proprio quello controllare i languorini. In realtà, la cosa che mi ha spinta ad andare fino in fondo in questo metodo è che non ho sofferto la fame e sono riuscita a perdere peso velocemente raggiungendo i miei obiettivi,  superando anche le mie aspettative. In più, il controllo settimanale, previsto dal programma “Vivi Così – natura e benessere” per me è stato un forte stimolo!

 
         Quanti Kg hai perso? In quanto tempo?
       Ho perso 10 kg da quando ho iniziato, circa 4 mesi fa, ma il risultato clamoroso l’ho ottenuto nelle prime 5 settimane in cui ho faticato di più, ma ho perso 7 Kg; successivamente ho seguito un mantenimento, durante il quale ho perso altri 3 Kg stando attenta senza molte rinunce, concedendomi, di tanto in tanto, quello di cui mi veniva voglia.

          Qual'è stata la difficoltà maggiore che hai dovuto           superare durante il percorso?
        Amo la pasta, la pizza e il pane e nella prima settimana ho dovuto evitarli completamente, il che è stato piuttosto faticoso, ma appena ho visto i risultati ho trovato la forza per andare avanti, dopo 10 giorni avevo già perso 2,4 Kg! Ottimo risultato per i miei standard.

-    
     Cosa ti è piaciuto di questo metodo?
     Questo metodo mi ha responsabilizzata, ho capito come e quanto devo mangiare; inoltre, Federica ed Elisa mi hanno dato un supporto, mi sono state vicine, il servizio che offrono,  ossia controllare costantemente i risultati, una volta a settimana, mi ha motivato sempre di più!

       Come ti sei trovata con gli alimenti DIETA ZERO e gli altri integratori?
        Molto bene! Mi hanno aiutata a sentire meno la fame e mi sono sentita da subito più leggera e piena di energia! Il sapore mi è piaciuto.

Sei soddisfatta dei risultati raggiunti? Lo consiglieresti?
     Si, sono soddisfattissima, da “Vivi Così – natura e benessere”, ho trovato persone competenti  che hanno saputo indirizzarmi in un percorso adatto a me. Lo consiglierei a tutte le mie amiche ;-P  !

Brioche morbide senza burro


Ingredienti per circa 20 brioches (120 Kcal ciascuna)

·         420 gr di farina;
·         40 gr di miele;
1    1 cucchiaino di sucralosio.
·         130 ml di latte scremato;
·    35 ml di olio extravergine d’oliva;
     45 gr margarina Leggera;
·         2 uova;
·         1 bustina di lievito di birra secco (13 gr di quello fresco);
·         1 bustina di vanillina;
·         1 pizzico di sale.



Preparazione

La ricetta delle brioches al miele prevede una doppia lievitazione, in questo modo potrete ottenere delle brioches soffici e leggere.
1.      Disponete la farina a fontana su una spianatoia, aggiungete al centro le uova e sbattete leggermente con una forchetta.
2.      Aggiungete il latte tiepido in cui avrete sciolto il lievito di birra e l’olio di semi, continuando a mescolare, un pizzico di sale ed infine la vanillina ed il miele.
3.       Quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati iniziate ad impastare energicamente con le mani fino ad ottenere un impasto morbido e non appiccicoso. Aggiungete dell’altra farina sulla spianatoia nel caso fosse necessario.
4.      Mettete l’impasto a lievitare in una ciotola di plastica coperta da un canovaccio per circa 3 ore fino al raddoppio.
5.      Trascorso il tempo l’impasto sarà raddoppiato, a questo punto mettetelo sulla spianatoia e impastatelo per qualche altro minuto.
6.       Dividetelo in 20 pagnottelle. Per dare la giusta forma alle brioches, date all’impasto la forma di un cilindro, strappate dei pezzi un po’ più piccoli di un pugno e arrotolateli su se stessi stando attenti a non formare buchi.
7.      Lasciate lievitare nella teglia da forno per altre 2 o ore (in totale da quando avrete impastato sarebbe ideale che lievitassero per 5 ore).
8.      Infornate le brioches per circa 15 minuti in forno caldo a 180° fino a che la superfiicie non sarà ben dorata.


Sono molto soffici per questo ottime da inzuppare nel latte ideali per chi sta a dieta e per tutti i bambini invece delle solite merendine confezionate!!!