lunedì 28 dicembre 2015

NATALE E CAPODANNO CON I CHILI DI TROPPO? ECCO COSA FARE!!!

                                                                                                                                                                         
 Le feste di Natale e Capodanno sembrano essere un vero problema per la nostra linea! Come comportarsi? In realtà ingrassare per colpa dei pranzi e cenoni natalizi non è inevitabile, basta prendere le giuste precauzioni! 


Per prima cosa possiamo cominciare ad introdurre prima dei pasti prodotti a base di fibre naturali, che ci aiuteranno ad aumentare il nostro senso di sazietà. Le fibre infatti hanno proprio questa funzione, aumentano di volume nello stomaco, riempendolo e diminuendo quindi il senso di fame. Sono prodotti naturali a base di chitosano, glucomannano, farina di konjac, che si trovano in commercio sotto forma di capsule o bevande o alimenti ( come la pasta di shirataki)  e che se introdotti da subito nella nostra dieta ci abitueranno senza fatica a mangiare meno prima delle feste ma soprattutto... durante!!!

Un'altra strategia è quella di introdurre da subito un drenante naturale (da bere durante la giornata) così da aiutare il corpo ad eliminare i liquidi in eccesso, contrastando gonfiori e cellulite: scegliamolo a base di caffè verde e aloe vera !!
Tra gli integratori ad azione detox i migliori sono quelli a base di cardo mariano, tarassaco, carciofo e rosmarino; ora siamo pronti ad affrontare al meglio la prova Natale e Capodanno senza stress e troppe rinunce!!! Buone Feste!!!

mercoledì 11 novembre 2015

Quasi il Tiramisù...


Sei a dieta e ti sfrecciano davanti dolci, dolcetti, torte e ogni prelibatezza a cui fai fatica a resistere?
Proviamo insieme a cercare delle soluzioni per essere comunque soddisfatte, senza sgarrare e senza sensi di colpa!!
Almeno un giorno a settimana un dolcetto piccolo, light o con pochi grassi ci spetta... credo sia un diritto !! :-)



QUASI il TIRAMISU' 
è una ricetta facile, gustosa e con poche calorie, pochi grassi e pochi zuccheri.

Ingredienti (per 4 persone):
2 pacchetti di pavesini;
350 gr di yogurt greco 0%;
1 cucchiaino e mezzo di cacao amaro (credo possa bastare);
caffè espresso (circa 2 tazzine);
1 tuorlo d'uovo;
1 cucchiaino e 1/2 di sucralosio
1 tavoletta di Praline alla nocciola DIETA ZERO
qualche goccia di aroma all'arancia o vaniglia (a seconda dei gusti).








Preparazione:

Preparare il caffè espresso e farlo freddare in un piatto fondo;
Nel frattempo montare con le fruste il tuorlo dell'uovo con un cucchiaino di sucralosio;
Incorporare lo yogurt , la cioccolata a scagliette e l'aroma scelto sentire se è zuccherato a sufficienza, e aggiungere se necessario;
Zuccherare con il sucralosio il caffè e immergerci i pavesini e disporli o in una piccola pirofila o in 4 piattini (5 pavesini per piattino);
Stendere il composto sui pavesini e spolverizzarlo con il cacao amaro





E' abbastanza goloso, non vi sembra?
Ha solamente 160 Kcal per porzione (non male credo);
Grassi: 4,8 gr
proteine: 13,3 gr 
Carboidrati: 15,4 gr

Lo vuoi rendere più leggero diminuisci un po' il cacao o evita la pralina (queste sono piccole soluzioni). Potrebbe diventare un' ottima alternativa per la colazione.

Come sempre se avete idee, consigli, variazioni suggeritecele che a noi piace sperimentare!!





venerdì 6 novembre 2015

L'ERBA MATE AIUTA A DIMAGRIRE...



Si chiama ERBA MATE ed è una pianta proveniente dal sud America che risulta particolarmente efficace nei trattamenti di perdita di peso.
Negli ultimi anni, l’ERBA MATE è diventata particolarmente famosa negli Stati Uniti dove viene utilizzata come valida e gustosa alternativa al caffè o al tè verde.
Come agisce l’erba mate? E perché risulta così efficace?
L’erba mate è un piccolo alber originario delle foreste subtropicali del Paraguay, Brasile ed Argentina e viene tradizionalmente utilizzata per i suoi effetti di ringiovanimento. Le sue foglie, infatti, contengono naturalmente una grande varietà di aminoacidi, vitamine, minerali ed antiossidanti, ideali per il turgore e la salute della nostra pelle.
Dei 250 componenti trovati nell’ ERBA MATE, quelli che contribuiscono maggiormente a promuovere la perdita di peso sono gli alcaloidi xantine, cioè la caffeina (uno stimolante naturale), la teofillina (che fornisce una sensazione di euforia e rinvenibile anche nel tè).
Questi stimolanti naturali funzionano come diuretici, permettendo al corpo di perdere peso.

Uno studio effettuato nel 2000 dal Cahrlottenlund Medical Center, in Danimarca. suggerisce che il consumo di erba mate, con guaranà e damiana, rallenta significativamente la digestione, e contribuisce a farci sentire pieni e più a lungo.
L’erba mate, inoltre, contribuisce ad aumentare la nostra capacità di concentrazione. Come se non bastasse, il consumo di questo prodotto aumenta il glicogeno, che consente di mantenere la resistenza muscolare per lunghi periodi di tempo.
Bere ERBA MATE, inoltre, stimola il transito intestinale ed aumenta il flusso della bile nell’ intestino. Grazie ad una digestione più efficace, il corpo eliminerà le tossine più facilmente.
Non basta tuttavia seguire una dieta corretta ed ipocalorica: per stare bene è importante attenersi anche ad un serio programma di esercizio fisico mirato che ci permetta di stare in forma.
Per questo, è molto importante trovare il tempo, durante la settimana, per allenarsi e seguire una dieta nutriente, sana e ricca di alimenti naturali.
Un buon programma di esercizio prevede 3 sessioni di allenamento a settimana. Questo rafforza la resistenza cardiovascolare e migliora in modo significativo le probabilità di perdere peso oltre a ridurre il rischio di malattie.
Il segreto consiste nel mangiare una grande quantità di cibi integrali, evitare alimenti elaborati e prediligere quelli naturali e sani.
Oltre al consumo di erba mate, la vostra dieta dovrebbe comprendere proteine magre, come le uova, il pollo, il pesce e la carne rossa magra, oltre ad una varietà di frutta e verdura e grassi sani.
Dal web


mercoledì 4 novembre 2015

PERDERE PESO E PERDERE GRASSO NON SONO LA STESSA COSA! PERCHE'?

Se devi perdere peso le calorie che assumi durante il giorno sono 
importanti, infatti per ottenere una perdita di peso costante nel tempo dovresti assumere meno calorie di quante ne richiede il tuo corpo, creare cioè un deficit calorico! Ma perdere 1 chilo di grasso e 1 chilo di peso in termini di calorie non sono la stessa cosa:  un chilogrammo di grasso ha un potere calorico di 9000 calorie, questo vuol dire che per perdere 1 kg di grasso dovresti eliminare 9000 calorie dalla tua alimentazione!

La cosa cambia se si parla di peso corporeo, per perdere 1 kg di peso corporeo serve un deficit di 7000 calorie! Quindi per perdere un chilo di peso corporeo in un mese, bisogna avere una riduzione calorica di 7.000-7800 calorie rispetto al necessario, cioè 250-260 calorie in meno al giorno.
Mentre per perdere un chilo di grasso in un mese hai bisogno di una riduzione calorica di 300 calorie al giorno. 
Quindi quando si comincia una dieta è importante sapere quali obiettivi si vogliono ottenere perchè il calcolo del fabbisogno calorico giornaliero cambia a seconda che tu voglia perdere peso o grasso  ed è diverso anche nel caso in cui si decida di abbinare dell'attività fisica! L'esercizio fisico infatti aumenta il metabolismo attraverso l'aumento della frequenza cardiaca e della massa muscolare e permette di mantenere un deficit calorico inferiore ( in parole povere puoi mangiare un pochino di più!!) ; inoltre se hai un'alta percentuale di massa magra brucerai molte più calorie rispetto ad una persona con il tuo stesso peso ma con una più alta percentuale di grasso!! 
se non sai da dove cominciare per dimagrire puoi prenotare la tua consulenza gratuita ed effettuare presso di noi il test di verifica della percentuale di grasso corporeo !! E' facile e rapido e ti permetterà di cominciare un percorso di educazione alimentare in maniera più serena!!


martedì 3 novembre 2015

CURCUMA: LA SPEZIA CHE AIUTA LA LONGEVITA'

La Curcuma longa è una pianta erbacea originaria dell'africa Sud-Orientale; la sua radice nodosa ricorda quella dello zenzero, ma il suo colore è di un vivace arancione!! E' chiamata lo "zafferano delle indie"  perchè è largamente usata come spezia  nella cucina indiana, tailandese e medio -orientale. Insieme al peperoncino, lo zenzero e alla cannella è una vera e propria spezia della salute!! Esercita infatti una forte attività antiossidante, antinfiammatoria e antitumorale!


Ecco alcuni utilizzi:
Curcuma e miele come antibiotico naturale: miscelate insieme 100 gr di miele di eucalipto e 1 cucchiaio di curcuma, versate il composto in un barattolo di vetro e ai primi segni di influenza o raffreddore prendetene 1 cucchiaino ogni ora il primo giorno, 1 cucciaino ogni due ore il secondo giorno e 1 cucchiaino 3 volte al giorno lontano dai pasti il terzo giorno. Potete sciogliere il miele in una tisana o in una tazza di tè se preferite!





Curcuma e tè verde come antiossidante e antietà: in una teiera portate a bollore dell'acqua, spegnete il fuoco e mettete in infusione per 5 minuti  un cucchiaio di tè verde, un cucchiao di curcuma, la buccia grattuggiata di mezzo limone biologico; potete dolcificare con un cucchiaino di miele d'acacia. Bevetene una tazza la mattina e la sera!




Curcuma per combattere l'artrite: utilizzare la curcuma rizoma estratto secco, titolato e standardizzato al 95% in curcumina, si può trovare gia pronto in pratiche compresse nella vostra erboristeria di fiducia!!

giovedì 29 ottobre 2015

SCUSATE SE LA CHIAMO "CARBONARA" ;-)

A volte anche l'occhio vuole la sua parte!!
Illudiamoci di poter mangiare anche un primo piatto della tradizione molto gustoso... La carbonara...
Ce ne priviamo perché ovviamente ha molte calorie?
Vi suggeriamo un metodo originale per non rinunciarci!

INGREDIENTI per due persone:
una fetta spessa di prosciutto cotto circa 50 gr;
1/2 cipolla;
1 zucchina;
1 uovo;
1 cucchiaino di parmigiano;
2 porzioni di spaghetti SHIRATAKI GISE';
1 cucchiaio di olio evo.

PREPARAZIONE:
Lavare e pulire la zucchina e la cipolla, tagliare finemente la cipolla e grattare la zucchina, metterle a cuocere in una padella ampia;
In una ciotola sbattere l'uovo con il parmigiano e un pizzico di sale;
Quando le verdure sono appassite aggiungere il prosciutto cotto tagliato a striscette;
Nel frattempo sciacquate gli spaghetti di SHIRATAKI sotto abbondante acqua corrente per un paio di minuti versateli in una padella vuota e lasciateli per qualche minuto, poi passateli nella padella con le verdure e il prosciutto cotto e fateli insaporire;
Infine aggiungete l'uovo, che non dovrebbe essere cotto, ma io sinceramente un minutino li fccio saltare in padella.
BUON APPETITO
Meno di 200 Kcal per porzione
Ce lo possiamo concedere? :-) Direi proprio di si! ;-)


COME FUNZIONA DIETA ZERO?


Dieta Zero è una strategia di attacco diretta e mirata a smobilizzare i grassi in eccesso per poi eliminarli con un'intensa azione di drenaggio!


Il Programma alimentare Dieta Zero si articola in tre fasi (Start, Go, Fix) di uguale durata durante le quali si integra l'alimentazione tradizionale con gli alimenti e i fitoestratti Zero.
Il Programma Zero Activate è molto semplice da seguire, non serve pesare gli alimenti o calcolare le calorie, ma è fondamentale attenersi a delle regole della dieta per essere sicuri del risultato.
Solo così, infatti si attiverà il meccanismo della chetosi, che permetterà, in totale assenza di zuccheri semplici e complessi, di utilizzare il grasso scuro come fonte di energia.

Si induce l'organismo ad utilizzare tutte le scorte di zuccheri e, non introducendone altri, ad utilizzare le scorte di massa grassa che si andrà via via riducendo.
I fitoestratti Zero contengono i principi attivi idonei a compensare le carenze alimentari e a supportare le funzionalità dell'organismo, senza contenere zuccheri.

Dieta Zero deve essere una parentesi, che ci permette di raggiungere in poco tempo il peso desiderato e ci permette di conoscere uno stile di vita più consapevole e bilanciato.

Come abbiamo detto si articola in 3 fasi:








  • START in cui è prevista l'eliminazione di tutti gli zuccheri (per un massimo di 14 giorni) dalla dieta. è il periodo più faticoso, ma ci da anche molte soddisfazione, visti i risultati! In più è reso più semplice visto che a disposizione ci sono degli snack (Extra Zero) deliziosi;

  • FIX in cui si cominciano ad integrare degli alimenti, carboidrati a basso indice glicemico in cui si è più invogliati, visto che gli gli obiettivi si stanno raggiungendo;

  • GO è una fase molto importante si integrano con moderazione i carboidrati, è il momento in cui il peso si stabilizza e non bisogna tornare alle scorrette abitudini alimentari precedenti








mercoledì 28 ottobre 2015

DIETA ZERO PERCHE'?


  1. Dieta Zero nasce come approccio di rapido dimagrimento del Dott. Loris del Giudice nutrizionista e dietista;
  2. Dieta Zero è un programma in 3 fasi, sicuro ed efficace, per stimolare il consumo della massa grassa senza indurre stati carenzali e quindi deperimento dei tessuti;
  3. Dieta Zero ti aiuta a dimagrire con alimenti dolci e salati, molto appaganti;
  4. Dieta Zero supporta il tuo organismo con fitoestratti liquidi che permettono di dtimolare le attività epatiche e renali e di conseguenza permettono l'eliminazione di liquidi e di tossine.


Dieta Zero apre le porte ad un nuovo stile di vita più consapevole, ad un riequilibrio alimentare per restare in forma!

ASPERSINA O BAVA DI LUMACA GLI EFFETTI

Amiche di Vivi Così lo sapete che....
La bava di lumaca grazie ai suoi componenti, rappresenta un ottima cura per molti inestetismi della pelle quali acne, smagliature, cicatrici (anche le rughette ovviamente Emoticon wink ) e macchie della pelle.
La bava di lumaca possiede infatti una grande efficacia nel rigenerare e riparare i tessuti cutanei grazie alle preziose sostanza di cui è composta: mucopolisaccaridi, ma anche acido glicolico, collagene, elastina, proteine, vitamine, peptidi. Ha una profonda azione purificante ed esfoliante sulla pelle, lenitiva e protettiva oltre che cicatrizzante.
La pelle viene rinnovata in profondità e stimolata nelle sue funzioni vitali, con effetti visibili sulle macchie della pelle, sui segni da acne, sulle smagliature e sulle cicatrici. L’utilizzo costante di prodotti a base di bava di lumaca, secondo test svolti nelle migliori università italiane, è responsabile di miglioramenti cutanei fino al 40% a lungo termine, ricostruendo nel profondo la dimensione epidermica. La sua efficacia è provata già dopo le prime settimane di applicazione. Si utilizza in crema e la concentrazione di bava di lumaca deve essere dell’80% e la lumaca della specie Helix Aspersa Muller.
Migliora il processo di riepitelizzazione del tessuto danneggiato, per questo costituisce il principio di base di diverse creme antirughe.
Dopo l'estate è fondamentale una profonda esfoliazione epiteliale, per abbandonare il grigiore causato dalle cellule morte...
RINNOVA, RISTRUTTURA, LEVIGA, IDRATA e RIGENERA...
Vieni a scegliere con noi quella più adatta a te...
Approfitta dell'imperdibile offerta!!
FINO AL 50% DI SCONTO PER TE!!!

FRITTATA DI SPAGHETTI SHIRATAKI pochissime calorie e tanto gusto!!

Gisè è la pasta di shirataki... è realizzata con una particolare farina, quella di glucomannano, che si ricava da una pianta asiatica.
Il glucomannano è una fibra vegetale che una volta nello stomaco si gonfia, formando una gelatina che favorisce il senso di sazietà e la peristalsi.
Ha solo 10 Kcal per 100 gr, NO CARBOIDRATI, e No GLUTINE.
E' idonea sia per diete proteiche che per diete ipocaloriche.
E' disponibile in molti formati TAGLIATELLE, SPAGHETTI e RISO.
E' insapore, quindi prenderà il condimento aggiunto da voi!!



Ingredienti (per una persona):

1/2 peperone giallo (se state in una fase in cui non mangiate zuccheri sostituitelo con uno verde);
3 o 4 pomodorini;
1/2 cipolla bianca;
150 ml di albume;

2 cucchiaini di parmigiano;
1 cucchiaio d'olio

Procedimento:

1-Lava e pulisci le verdure, taglia sottilmente la cipolla, i pomodorini e il peperone;
2- Falli cuocere in una padella con l'olio, ultimata la cottura aggiungi gli spaghetti Gisè, dopo averli sciacquati per 2-3 minuti sotto abbondante acqua corrente e averli ripassati per qualche minuto in una padella antiaderente vuota;
3- Falli saltare con le verdure finché non assorbono il condimento;
4- Versa sugli spaghetti l'albume d'uovo, copri la padella e fai cuocere per un paio di minuti a fiamma viva, Gira poi la frittata e versa il cucchiaino di parmigiano metti ancora sul fuoco per un minutino.

Tanto gusto, pochi grassi pochissimi carboidrati NO  glutine
SENZA SENSI DI COLPA!!

Kcal: 220
Proteine 22 gr;
Carboidrati 16 gr;
Grassi 6,7 gr

Questa ricetta è molto versatile, ho utilizzato i peperoni perché la pasta shirataki non ha sapore, e i peperoni invece sono piuttosto intensi e conferiranno più gusto al vostro piatto!!!

martedì 27 ottobre 2015

Siamo state attente a non sgarrare tutto il giorno: 
NO cornetto a colazione;
un pranzo light;
SOLO frutta a merenda. 
Arriviamo a cena con una fame tale da svaligiare la prima pizzeria o il primo giapponese che incontriamo per strada?
Ciò vanifica tutti gli sforzi della giornata, compreso quell'ora che ci siamo ritagliate per andare in palestra!!
Ci serve una cena in grado di sfamarci e soddisfarci senza però appesantirvi. Un piatto sano ed equilibrato.

Primo piatto: pilaf di verdure e gamberoni con riso di SHIRATAKI (ci togliamo la voglia di un primo!! ma con pochissime calorie)
 
Ingredienti per 2 persone
300 gr di riso sgocciolato SHIRATAKI,  
4 zucchine, 
2 carote, 
150 g di erbette, 
150 g di verza, 
100 g di catalogna, 
6 asparagi, 
1 porro, 
½ scalogno, 
2 pomodori ramati, 
prezzemolo, 
½ dado, 
2 cucchiaini di olio extravergine d’oliva, 
sale, 
pepe,  
300 gr di gamberoni non sgusciati.



Esecuzione: accendete il forno a 200 gradi. Lavate le verdure e tagliatele grossolanamente, mettetele in una pentola piena a metà di acqua fredda e il dado e portate a bollore. Pulite e tritate il porro e lo scalogno, metteteli in una teglia.
Lavate il riso di shirataki con abbondante acqua corrente e passatelo per cinque minuti in un padella vuota.
Nel frattempo in una padella cuocete i gamberoni con un pò di cipolla dove successivamente fate saltare il riso.
  Aggiungetelo alla cipolla e all’olio, fate tostare sul fuoco per due o tre minuti. Condite con sale e pepe. Aggiungetevi il brodo con le verdure, mescolate e coprite con della carta da forno. Mettete in forno e continuate la cottura per 15 minuti circa, fino a che il brodo non risulti completamente assorbito. Sfornate e al momento di servire mescolate per sgranare i chicchi. Aggiustate di sale e pepe e un filo d'olio evo

lunedì 26 ottobre 2015

MELANZANE RIPIENE CON RISO SHIRATAKI

Questa ricetta è facile, gustosa, ipocalorica e con qualche accorgimento priva di carboidrati.
Ingredienti per 4 persone
- 4 melanzane;
- 200 gr di tonno al naturale;
- qualche cappero;
- qualche cetriolino sotto aceto;
- qualche pomodorino ciliegino;
- 1 cipolla;
- 300 gr di riso shirataki sgocciolato;
- 1 cucchiaio di pan grattato;
- 1 cucchiaio di parmigiano;
- prezzemolo
- 2 cucchiai d'olio evo.
Preparazione:

  • Lavare le melanzane, i pomodorini e la cipolla.
  • Tagliare a metà per orizzontale le melanzane ottenendo delle barchette;
  • Svuotarle dell'interno e mettere da parte la polpa tagliata finemente, eliminando i semini;
  • Tagliare la cipolla e farla appassire leggermente in padella con un cucchiaio d'olio evo;
  • Aggiungere i pomodorini tagliati a spicchietti e farli cuocere per qualche minuto.
  • Nel frattempo, tagliate a pezzetti i cetriolini sotto aceto, lavate e sgocciolate i capperi, sgocciolate il tonno;
  • In un baciletto unite l'interno delle melanzane, finemente tritato, i cetriolini, i capperi e il tonno e successivamente i pomodorini in padella, aggiustate di sale e pepe;
  • Sciacquate accuratamente il riso di shirataki sotto abbondante acqua corrente, ripassatelo per qualche minuto in una padella anti-aderente vuota;
  • Disponete un foglio di carta da forno su una teglia (così non dovrete utilizzare grassi in eccesso);
  • Unite al composto di tonno anche il riso di SHIRATAKI;
  • Salate le barchette di melanzane all'interno, io lo dimentico sempre ;  
  • Riempitele con il riso di SHIRATAKI;
  • Mescolate insieme il pane grattato con il parmigiano e il prezzemolo finemente tritato;
  • Utilizzate questo composto per gratinare le melanzane
  • BUON APPETITO!!
Gli accorgimenti per eliminare carboidrati e zuccheri è non gratinare, non usare i pomodorini, magari i peperoni verdi.. Saranno comunque buonissime!!! :-)

Sono meno di 200 Kcal per porzione (dipende ovviamente da quanto oli utilizzerete, parmigiano e pan grattato!!)

La pasta e il riso shirataki hanno solo 10 Kcal per porzione, sono ricchi di FIBRE, SENZA GLUTINE, SENZA CARBOIDRATI  e molto versatili!!




e!!

sabato 24 ottobre 2015

MACA PERUVIANA: ENERGIA E VIGORE

La maca peruviana è una pianta perenne della famiglia delle Brassicaceae, il cui nome botanico è Lepidium meyenii, di cui sono note sette varietà. Tutte queste piante crescono spontanee dell’America del Sud, sulle Ande ad altitudini comprese tra i 3.500 e i 4.500 metri. Tutte le piante sono simili tra loro ma si distinguono soprattutto per il colore: le più comuni sono la gialla e la rossa.Della pianta non si consumano le foglie ma solo le radici tuberose e la porzione carnosa del fusto, ad esse connessa. 



La maca peruviana è una pianta che ha buone caratteristiche nutrizionali, pertanto è un tonico naturale ed un adattogeno, nota soprattutto come stimolante per la fertilità maschile. Come tonico, vista la ricchezza in minerali e amminoacidi essenziali, è piuttosto conosciuta da chi pratica sport sia a livello agonistico che amatoriale.
Comunque, la maca è nota perlopiù come afrodisiaco da assumere ogni giorno mattina, pomeriggio e sera a stomaco pieno: questa indicazione è sicuramente la più pubblicizzata ed è (da sempre) la più sostenuta dalla medicina popolare peruviana.  Alcuni studi  effettuati soprattutto su roditori hanno mostrato che l'assunzione di un astratto secco  di maca per 4 mesi ha aumentato il volume di sperma il numero degli spermatozoi e la loro motilità nei topolini  senza alterare i valori ematici di LH, FSH, prolattina, testosterone ed estradiolo. Nell'animale è stata dimostrata anche un'attività di tipo afrodisiaco
Dose giornaliera: da 1.5 g a 3 g di radice disidratata al giorno, è consigliato un trattamento di 12 settimane.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/erboristeria/maca.html

venerdì 23 ottobre 2015

Arriva il freddo... è il momento giusto per metterci a dieta!!


 E' il momento giusto per la 

dieta


....Arriva il freddo… 
...ottimo alleato per dimagrire…




Vari studi sottolineano che a temperature più basse il nostro organismo tende a bruciare le cellule adipose.
Sono stati eseguiti dei programmi al quanto originali: prevedono di immergere, per un’ora, i piedi in acqua gelata, oppure di stare in luoghi freddi non coperti a sufficienza e anche alternare docce in acqua calda e acqua molto fredda.
Diciamo che non è invitante come metodo, ma si può coadiuvare la dieta con alcuni piccoli trucchetti, sfruttando la proprietà per cui il freddo ci permette di bruciare più grasso, come? Sicuramente evitare di coprirsi eccessivamente o non riscaldare troppo gli ambienti in cui si vive. Sentire freddo fa aumentare nettamente il dispendio calorico in quanto l’organismo tende a mantenere costante la temperatura corporea, tramite i brividi, che sono delle contratture muscolari ritmiche e bruciando il grasso scuro.
Degli studiosi giapponesi avevano dimostrato che stare un’ora al giorno a 17°C favorisce l’eliminazione di grasso corporeo. Ma ovviamente questo non basta. Infatti, il grasso bianco, quello che si assume con l’alimentazione, non viene bruciato e tende ad accumularsi sul giro vita.
Certo che un po’ si gioca sull’argomento, ma questa stagione un pochino ci aiuta…

Uniamo un po’ di attività fisica e una sana alimentazione e torneremo in forma in meno tempo!! J

giovedì 22 ottobre 2015

COSA CUCINO STASERA? Spezzatino di tacchino con i sapori autunnali!!

Torni a casa a quest'ora? 
Non sai cosa preparare per cena per te e per la tua famiglia?
Prova una ricetta che metterà d'accordo tutti... e con i colori e sapori dell'autunno!!!

INGREDIENTI (per 4 persone):

500 gr di spezzatino di tacchino;
una ventina di  olive nere snocciolate;
200 gr di zucca;
300 gr di funghi (porcini, ovuli, galletti o champignon, vanno benissimo anche le confezioni di funghi misti surgelati);
un paio di foglie di alloro;
2/3 cucchiai d'olio evo;
1 spicchio d'aglio;
un pugnetto di farina;
1 bicchiere di salsa di pomodoro;
1 cipolla.

PREPARAZIONE:

- Fate marinare lo spezzatino di tacchino con un filo d'olio e le foglie di alloro per qualche minuto
- Tagliate a cubetti la zucca e mettetela in un tegame con un cucchiaio d'olio e l'aglio;
- Quando vedete la zucca ammorbidirsi aggiungete i funghi, le olive, la cipolla tagliata.
- Fate cuocere ancora per 10-15 minuti;
- Sgocciolate il tacchino passatelo nella farina e aggiungetelo nel tegame;
- Unite il pomodoro e terminate la cottura circa altri 20 minuti aggiustate di sale e pepe se vi piace se serve allungate con del brodo vegetale.

E' veloce, di stagione, gustosa e ogni porzione ha solo 260 Kcal!!
Da provare!!
Bon appetit!

BARRETTE PROTEICHE FATTE A CASA

Proviamo a prepararci una barretta proteica a casa?
(chi sta seguendo il programma alimentare DIETA ZERO deve aspettare di essere almeno in terza fase)





INGREDIENTI:
- 50 gr di avena

- 25 gr di CIOCCO ZERO della linea dieta zero
- qualche goccia di sucralosio della linea dieta zero
- 30 gr di latte scremato
- 15 gr di proteine del siero del latte alla vaniglia o al cioccolato o alla cioccolata bianca della linea dieta zero







PREPARAZIONE:

In una tazza grande mescolare avena, CIOCCO ZERO  e SUCRALOSIO, fino a realizzare un composto omogeneo.
Aggiungere il latte e le proteine, mescolate il tutto, attendete 10 minuti, il tempo di far assorbire all'avena tutto il latte.
Dopodiché create 4 barrette!!




Alimento          Carboidrati gr                  Proteine gr                grassi gr                       Kcal
Avena 50 gr 34,5 3,5 6 182,5
CIOCCO ZERO 25 gr 11 3,2 8 104
SUCRALOSIO 0 0 0 1
latte scremato 30 gr 1,5 1 0,03 10,3
proteine DIETA ZERO 2,8 20 1,48 105
Totale 48,8 27,7 15,51 403




mercoledì 21 ottobre 2015

Garcinia Cambogia 100 %


La GARCINIA CAMBOGIA 

aiuta a metabolizzare i lipidi e controlla il senso di fame

Contiene piccole quantità di mucillagini, pigmenti, zuccheri alfa e beta guttiferrine.
Studi scientifici dimostrano che ha proprietà dimagranti.
Favorisce il metabolismo dei lipidi contribuendo a controllare il senso di fame.




Come ci inventiamo il petto di pollo stasera?

SIAMO STUFE DEL PETTO DI POLLO?I NOSTRI FIGLI NON MANGIANO LA VERDURA?
Proviamo ad ingannare l'occhio con un piatto più sfizioso che spero metta d'accordo le mamme a dieta e i loro cuccioli!!





INVOLTINI DI PETTO DI POLLO CON VERDURE:
INGREDIENTI per 4 persone 
8 fettine di petto di pollo
4 fettine di prosciutto cotto
4 fettine di sottiletta
1 zucchina
8 asparagi
1 carota
un paio di foglie di salvia
sale qb
olio 
farina 
PREPARAZIONE
Pulire e lavare le verdure.
Tagliare a listarelle verticali la zucchina e la carota
metterle in una padella antiaderente e fare appassire con un filo d'olio e il sale.
Lessare a parte gli asparagi, una volta pronti tagliarli in due, orizzontalmente.
Stendere le fettine di petto di pollo su un tagliere e batterle (saranno più morbide, anche per i vostri bambini)
Adagiarci 1/2 fetta di prosciutto cotto e 1/2 sottiletta
A questo punto tutte le verdure.
Arrotolatele e passatele leggermente nella farina
(Per chi è a DIETA ZERO ovviamente in prima fase sostituite le carote con le melanzane e non usate la farina)
Cuocete in un tegame con un cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva e le foglie di salvia a fuoco lento con un coperchio, che toglierete per l'ultimo minuto di cottura per fare gli involtini più invitanti!!
Sono meno di 300 Kcal per porzione!!

sabato 26 settembre 2015

PANE AL CARBONE VEGETALE: ECCO LA RICETTA!!!

Da diversi mesi capita di trovare sui banchi del  forno pane nerissimo.. è il pane al carbone vegetale!! Oltre ad avere un buon sapore questo pane è leggero e digeribile, inoltre può essere un aiuto per chi soffre di acidità e meteorismo perchè la polvere ottenuta dal carbone vegetale aiuta a ridurre gli stati di gonfiore addominale e agisce come una "spugna" trattenendo  le "sostanze" tossiche e gassose prodotte dall'intestino!!..
Ecco la ricetta:




INGREDIENTI:


  • 500 gr di farina 00 o integrale biologica
  • 6 gr di carbone vegetale in polvere ( 10 compresse )
  • 250 ml di acqua tiepida
  • 1 cucciaino di zucchero
  • 1 cubetto di lievito di birra fresco o lievito madre
  • 5 cucchiai di olio evo


PREPARAZIONE.

Se avete il carbone vegetale in compresse trituratele e riducetele in polvere con un mixer, aggiungete la polvere alla farina e amalgamate bene il tutto.
Create una fontana con la farina "nera" su una spianatoia e cominciate a sciogliere il lievito con un pò d'acqua tiepida, aggiungete il cucchiaino di zucchero e cominciate ad impastare prima lentamente, poi sempre con più energia; a questo punto potete aggiungere l'olio evo e un pizzico di sale; continuate ad impastare fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea.
Mettete l'impasto a lievitare coperto da  un panno umido per almeno 2-3 ore fino a che non raddoppia di volume.
Passato il tempo prendete l'impasto e dategli la forma desiderata quindi infornate in forno statico a 200 °C per 30 minuti.
Quando il pane è cotto, tiratelo fuori dal forno e fatelo raffreddare prima di tagliarlo!! Buon Appetito!!

VIVI COSI' CONSIGLIA:

venerdì 18 settembre 2015

IN AUTUNNO POTENZIA LE TUE DIFESE E AUMENTA LA TUA ENERGIA VITALE!!

 In autunno si tende a seguire il ritmo della natura: meno luce solare, meno energia ! Si  diventa più pigri ed è facile scivolare in momenti di stanchezza e apatia proprio in un momento dell'anno in cui tutto ricomincia (lavoro, scuola..) e ci viene chiesto di dare il massimo!
Per affrontare al meglio tutti i sintomi legati allo stress "da rientro" possiamo affidarci alla medicina tradizionale orientale che da millenni utilizza i funghi come rimedio per numerosi disturbi e malattie!
Ogni parte del nostro corpo lavora in relazione al resto per creare l'armonia dell'insieme  e anche dal punto di vista scientifico e ormai dimostrata la relazione tra sistema nervoso, endocrino, immunitario e psiche! La nostra mente deve lavorare in sinergia con il nostro corpo per mantenere uno stato di benessere altrimenti si può andare incontro a numerosi problemi legati ad insonnia, cattiva digestione, nervosismo! 
Nella Medicina Tradizionale Cinese e nella Medicina Ayurvedica tra le molte specie di funghi usate,tre hanno una notevole importanza anche nel panorama occidentale:

CORDYCEPS SINENSIS

Comunemente definito "l'oro del Tibet" viene usato in TCM e nella medicina tibetana per curare cica venti malattie differenti ( alcune legate alla depressione, all'attività sessuale) !Di questo fungo vengono usate le strutture fruttifere che vengono raccolte, fatte essiccare e quindi ridotte in polvere! Può essere usato per migliorare la perfonmance fisica negli stati di aumentato stress e per aumentare la concentrazione, inoltre può aiutare a modulare il ciclo sonno-veglia in presenza di difficoltà di addormentamento grazie ad un possibile effetto sedativo a livello del sistema nervoso centrale!

GANODERMA LUCIDUM ( REISHI)

In Giappone, Cina e Corea è conosciuto come il "fungo dell'immortalità" o anche come il "re dei funghi"! Si è dimostrato molto efficace per il suo potere antiossidante e perchè  può stimolare e aumentare la capacità di reazione allo stress e rendere più forte il sistema immunitario, inoltre si stanno portando avanti molti studi per provare la sua efficacia come anticancerogeno !

HERICIUM ERINACEUS

 E' un fungo commestibile piuttosto raro, usato per le sue proprietà cicatrizzanti, antinfiammatorie e prebiotiche. Molti studi attribuiscono all’Hericium proprietà antitumorali,antiossidanti,prebiotiche antinfiammatorie  a livello gastro-enterico, per questo motivo infatti è il fungo di eccellenza per patologie infiammatorie e infettive che coinvolgono la mucosa del sistema digerente.
La sua azione va dall’esofago all’ano, riequilibra la flora batterica intestinale nutrendola, sfiamma le mucose cicatrizzandole e correggendo dunque le situazioni di permeabilità intestinale (Morbo di Chron, rettocolite ulcerosa, malattie da malassorbimento, Helicobacter Pylori).Utilissimo quindi per affrontare gonfiore, digestione difficile, gastrite e anche gastrite da Helicobacter Pylori e non in ultimo l’Ernia Iatale e Gastroduodenale.